Guide all'acquisto & video - Cartelle e cartelline

Esistono svariati tipi di cartelle e cartelline, scopriamoli:

Cartelle con elastico: sono ideali per l’archiviazione di documenti e per preservare l’integrità della carta al loro interno. Resistenti e molto capienti sono perfette sia in ufficio che a scuola. Questo genere di cartelle è dotato di chiusura con elastico e la peculiarità è la loro grande capacità; inoltre sono appositamente create per proteggere i documenti e, dato che sono costruite in materiale rigido, difficilmente è possibile incrinarle o piegarle.

Cartelle in plastica: sono ideali per l'archiviazione e la fascicolazione di documenti. Perfette per la protezione di documenti e la creazione di presentazioni di report durante meeting aziendali.

Cartelle speciali: sono cartelle in plastica o in cartone strutturate in modo un po' particolare. A differenza delle normali cartelle portadocumenti hanno una struttura un po' diversa; seppur anch’esse pensate per l'archiviazione e la protezione di documenti hanno la particolarità di essere estensibili e personalizzabili.

Cartelline in cartoncino: sono un prodotto per l'archiviazione molto semplice, disponibile in varie tipologie e colori. Scegli quella che meglio si abbina con il tuo ufficio e la più adatta per i tuoi documenti.

Portadocumenti a soffietto: sono conosciuti più comunemente con il nome di scadenziari e sono molto utili per l'archiviazione di documenti poichè permettono di inserire in un unico contenitore moltissimi documenti in scomparti separati onde evitare di fare confusione. Possono essere di tre tipi: con ordine alfabetico, numerico o personalizzabili.

Le cartelle sospese sono uno strumento irrinunciabile per archiviare grandi quantità di documenti in modo ordinato e preciso. Esistono due tipologie di cartelle sospese che si caratterizzano in base al supporto che le ospiterà:

  • cartelle sospese per armadio, e quindi a lettura verticale
  • cartelle sospese per cassetto, e quindi a lettura orizzontale.

Come scegliere le cartelle sospese per il tuo ufficio?

Dopo aver valutato dove dovrai collocare le cartelle sospese di cui hai bisogno è necessario considerare due elementi fondamentali: l’interasse e il tipo di fondo della cartella.

L'interasse è la larghezza della cartella sospesa, cioè la misura che va da metà gancio a metà dell'altro gancio. Per determinare quale interasse occorre, bisogna misurare la distanza tra le guide del classificatore in cui vanno inserite.
L'interasse delle cartelle sospese da armadio è unico e misura 33cm. L'interasse delle cartelle sospese da cassetto, invece, può variare tra 33 cm, 39 cm e 39,8 cm (formato Olivetti).
Esistono classificatori i cui cassetti possono contenere cartelle sospese sia di interasse 33 che 39, regolando le guide in dotazione o tramite un adattatore.

Il fondo della cartella sospesa può essere a V o a U. Il fondo a V è ideale per la classificazione di documenti. Il fondo a U è rinforzato sul fondo con del cartoncino e consente di archiviare e classificare materiale di  grande spessore come cataloghi, listini, ecc.