Euroffice Italia Srl utilizza i cookie per garantirti la migliore esperienza nell'utilizzo del sito. Se decidi di continuare acconsenti all'utilizzo dei cookie da parte di Euroffice. Per saperne di più
Vendita online Carta, Cancelleria, Cartucce, Toner e prodotti ufficio
IVA

Aiuto

Guide all'acquisto & video - Detergenza e pulizia

Un ambiente pulito e profumato impedisce la diffusione di agenti batteriti e migliora la qualità della vita in ufficio.

Per scegliere il prodotto migliore per la pulizia del tuo ufficio devi considerare quale stanza andrà pulita e di quale materiale è fatta la superficie da pulire.

Nel nostro catalogo puoi consultare prodotti per ognuno di questi tipi di superficie:

- MACCHIE DI COLLAMacchie inchiostro
Se per sbaglio hai macchiato di colla un capo in lino, cotone o lana, elimina l’eccesso di colla raschiandola con un oggetto dalla punta arrotondata (un cucchiaino da caffè, per esempio) e tampona con una soluzione di acqua e ammoniaca (5ml di ammoniaca diluiti in 500ml di acqua). Se il capo macchiato è di pelle, invece, la soluzione da utilizzare sarà di acqua e benzina (5ml di benzina in 500ml di acqua).
Se la macchia è invece di colla attaccatutto è possibile eliminarla utilizzando il  comune acetone.

- MACCHIE DI COLLA VINILICA
Tra le tante colle che sono presenti in un ufficio esiste anche la colla vinilica con cui spesso ci si macchia; molti pensano che eliminare le macchie di colla vinilica sia un’impresa complicata e faticosa ma in realtà eliminare questo tipo di macchia è molto più facile del previsto.
Per eliminare una macchia di colla vinilica infatti basta bagnare il tessuto semplicemente con un po' di acqua tiepida e strofinare leggermente. Nel caso in cui la macchia persista tamponare leggermente con acqua e ammoniaca. In seguito è consigliato applicare un po’ di sapone liquido e mettere in lavatrice per eliminare completamente la macchia.

- MACCHIE DI CORRETTORE (o BIANCHETTO)
Le macchie di bianchetto (o di correttore, che dir si voglia) sembrano essere tra le più pericolose “macchie da ufficio” dato che in pochi conoscono un metodo veramente infallibile ed efficace per eliminarle. Euroffice ha un consiglio per tutti coloro che cercano di rimuovere una macchia di correttore da un vestito; questo metodo sembra essere tra i più accreditati.
Lasciare asciugare la macchia di bianchetto sul tessuto, in seguito grattarla via utilizzando uno spazzolino o un cucchiaino da tè o da caffè che abbia una punta arrotondata. Se è necessario ammorbidire la macchia, è possibile farlo utilizzando un po’ d’olio. A questo punto risvoltare il capo, appoggiare la macchia su un tessuto neutro (un panno da buttare, ad esempio) e usando uno smacchiatore adatto al tipo di tessuto tamponare la macchia dall’esterno verso l’interno per far assorbire al panno sottostante la macchia senza causare sbavature. Una volta fatto questo, applicare un po’ di sapone neutro sull’alone della macchia rimasto sul capo e mettere in lavatrice.

- MACCHIE DI EVIDENZIATORE
Per eliminare una macchia di evidenziatore dai vestiti, o in generale dai tessuti, è bene passare un po’ di sapone di marsiglia liquido sul tessuto ancora asciutto. Fatto questo, bisogna lasciar passare parecchio tempo per dare il tempo al detersivo di agire; dopo aver aspettato un bel po’ di tempo sciacquare la macchia strofinando un po' il tessuto, la macchia dovrebbe iniziare a sparire. Per concludere l’opera, mettere il capo incriminato in lavatrice et voilà.

- MACCHIE DI GRASSO
In ufficio capita di aggiustare qualcosa e di sporcarsi le mani (e di conseguenza gli abiti) di grasso nero.
Per eliminare le macchie di grasso esistono due metodi differenti, per scegliere il più adatto serve valutare quanto tempo è passato tra il macchiarsi e il momento in cui decidiamo di rimuovere la macchia. Se si tratta di macchie di grasso fresche per eliminarle occorre ricoprirle immediatamente di borotalco e poi lasciarle asciugare per qualche ora, fatto questo prendere una spazzola per tessuti e spazzolare energicamente. Se invece le macchie di unto fossero già da tempo sul tuo tessuto, e quindi risultino “secche”, il metodo da adottare è diverso: prima di rimuovere la macchia è necessario ammorbidirla per cui occorre coprirle con un po’ di glicerina, dopodiché con del talco e passata qualche ora spazzolare per concludere. Nel caso la macchia di grasso sia su un tessuto delicato basta mettere il tessuto tra due fogli di carta assorbente imbevuti di trielina e aspettare circa una decina di minuti, il grasso si scioglierà e per concludere l’opera basterà mettere il capo in lavatrice.

- MACCHIE DI PENNA (o BIRO)
Le macchie di penna biro sono molto frequenti e per eliminarle esistono varie tecniche. Per rimuovere le macchie di penna a sfera dal tessuto è necessario tamponare delicatamente con uno straccio imbevuto di alcool, trielina o succo di limone dopo aver posto il tessuto su una carta assorbente. Sui capi di lana, invece, è meglio tamponare con acqua di Colonia oppure con poca benzina. Dopo questo trattamento basterà un lavaggio in lavatrice a 90 gradi per far sparire completamente la macchia.

- MACCHIE DI PENNARELLO
Per eliminare le macchie di pennarello bisogna considerare dov’è la macchia e quindi il tipo di tessuto che dobbiamo andare a pulire.
Nel caso in cui la macchia sia su un capo d’abbigliamento bisogna considerare se questo è di cotone o di un tessuto da considerarsi “delicato”. Se il capo è di cotone, è necessario tamponare la macchia di pennarello con dell’alcol denaturato (in sostituzione si può usare del succo di limone) e poi lavare con sapone liquido per tessuti; se il tessuto da lavare è delicato, invece, è buona norma passare sapone e glicerina sulla macchia e solo in seguito tamponarla con alcol denaturato. Un altro metodo per eliminare le macchie di pennarello dai vestiti è quello di sciogliere un po' di farina di fecola in acqua fredda, tamponare la macchia, lasciare asciugare e poi spazzolare bene.
Infine, nel caso in cui la macchia di pennarello sia sulla moquette o su un tappeto, per rimuoverla è necessario asciugarla con uno straccetto di cotone e poi tamponare con alcol. Non dimentichiamoci di tamponare sempre dall’esterno verso l’interno in modo da non espandere la macchia e da non creare baffi sul tessuto.

Oltre alle classiche macchie causate da prodotti di cancelleria per ufficio, come macchie di inchiostro (penne, pennarelli) e macchie di colla, ci sono due tipologie di macchia che possono rovinarci la giornata in ufficio e sono le macchie di caffè e le macchie di chewing-gum. Ecco come rimuoverle.

- MACCHIE DI CAFFÈ
Durante il lavoro, spesso ci si concede un piccolo break che per quasi tutti i dipendenti e gli impiegati d’ufficio coincide con la “pausa caffè”.
Capita, però, che questa piccola pausa si trasformi in una vera tragedia, soprattutto nel caso in cui sulla camicia bianca o sulla cravatta compaia una spiacevole macchia di caffè. Come eliminarla?
Innanzitutto consideriamo la macchia: è fresca oppure ormai il caffè si è asciugato? Nel primo caso, quindi se il caffè è appena stato rovesciato, è necessario mettere il capo in una bacinella vuota e versare dall’alto dell’acqua molto calda direttamente sulla macchia oppure (metodo di più semplice applicazione) tamponare con acqua tiepida la macchia, aggiungendo qualche goccia di acqua ossigenata. Se invece la macchia è ormai asciutta sul tessuto è necessario tamponare con uno straccio imbevuto di alcol e aceto mescolati in parti uguali. In entrambi i casi, dopo il trattamento d’urto, una volta a casa, è bene mettere un po’ di sapone neutro sulla macchia, strofinare e poi mettere in lavatrice.
Nel caso in cui la macchia non sia su un capo di abbigliamento, invece, ma il caffè si finito su un tappeto o sulla moquette è necessario tamponare subito la macchia per assorbirla e in seguito fare spugnature con acqua calda fino a che la macchia non scompare, nel caso ci si può aiutare con poco sapone liquido e poi risciacquare e  asciugare quindi con carta assorbente.

- MACCHIE DI GOMMA DA MASTICARE (o CHEWING-GUM)
Le macchie di gomma da masticare sono tra le più antipatiche da eliminare dai tessuti, per rimuoverle completamente bisogna seguire un procedimento lungo e noioso ma efficace. Per eliminare definitivamente una macchia di chewing-gum bisogna prima strofinarla con del ghiaccio oppure mettere il capo d’abbigliamento macchiato in freezer, in modo da far indurire la gomma da masticare e rendere più semplice l’operazione. Una volta che la gomma si sarà indurita, servendosi di un coltello non appuntito, grattare delicatamente la macchia via dal tessuto. Per completare l’opera, infine, tamponare la macchina con dell’alcol e mettere in lavatrice.

Per concludere questa guida, è necessario spiegare come rimuovere un ultimo tipo di “macchia da ufficio”. Parliamo di quella macchia che ci si ritrova improvvisamente sul pantalone o sulla cravatta e di cui non si riesce a capire la provenienza: la macchia sconosciuta.

- MACCHIE SCONOSCIUTE
Talvolta capita di scoprire sul tessuto del nostro vestito preferito una macchia sospetta di cui non si conosce l’origine, come fare per rimuoverla? Bisogna avere pazienza e procedere per tentativi, in base al tipo di tessuto. Facendo molta attenzione, provate diversi tipi di solvente in una parte non visibile dell’abito (come l’orlo o l’interno delle tasche) per controllare che non rovini il tessuto e non lo scolorisca, solo in seguito provate a  rimuovere la macchia utilizzando il solvente che ha “superato il test”.

* NOTA DA RICORDARE: noi del team di Euroffice non siamo dei provetti lavanderini, ma abbiamo pensato che questa piccola guida sarebbe potuta tornare utile a molti di voi. Se la macchia non viene via, dunque, non è colpa nostra: noi ci abbiamo provato, ora la palla passa ad una lavanderia vera e propria!